More
    Eco Recensioni Cura della persona Coppette mestruali: scopri perché sceglierle

    Coppette mestruali: scopri perché sceglierle

    Coppette mestruali: eco-logiche a rapporto! Questo articolo è per l’universo femminile!

    Ogni mese possiamo contribuire a rendere il pianeta più pulito e sicuro con una scelta che rivoluziona completamente la parola ciclo!

    Parlare di tutto ciò che riguarda il ciclo mestruale è ancora ritenuto un tabù, persino oggi nella società moderna, ma noi non ci dilungheremo sul perché sia ancora così.

    Non vogliamo nemmeno trattare il tema dell’IVA, della Tampon Tax e delle lotte finalizzate a tassare meno questi prodotti indispensabili nella vita di ogni donna, che hanno sostituito i meno pratici ma più ecologici stracci che un tempo le nostre nonne lavavano e sterilizzavano ogni mese.

    Ci interessa invece puntare alla soluzione definitiva, cioè all’alternativa sostenibile per eccellenza in tema di ciclo mestruale, per essere finalmente libere e felici come sbandierano da sempre gli slogan delle pubblicità sugli assorbenti, ma per davvero.

    Per capire meglio perché puntare ad una soluzione definitiva tra le possibili alternative ecologiche, prendiamoci un attimo per approfondire l’inquinamento collegato agli assorbenti usa e getta.

    coppette mestruali migliori

    Rifiuti e ciclo mestruale 

    Scegliere di rispettare l’ambiente durante il ciclo mensile è di fondamentale importanza, andiamo a vedere insieme il perché.

    Facciamo un rapido calcolo:

    ogni donna nel corso della sua vita arriva ad utilizzare circa 12.000 assorbenti igienici (in America il The Guardian ha stimato addirittura 16.800) e solo in Europa ci sono 90 milioni di donne.

    Ecco che si raggiunge così la spaventosa cifra di 24 miliardi di prodotti indifferenziabili che vanno a gravare su una mole di rifiuti già ingente.

    Solo in Italia la stima è di 700.000 di tonnellate di prodotti igienico sanitari (tra tamponi, salva slip e assorbenti) che finiscono in discarica e che, essendo composti da multi materiali tra cui colle, plastiche e polveri assorbenti, rappresentano dei rifiuti altamente inquinanti e tossici.

    Come fare per ridurre questa enorme impronta ambientale?
    Ecco la risposta che stavate cercando!

    Coppette mestruali: un po’ di storia

    La coppetta mestruale è un piccolo recipiente a forma di campana o imbuto chiuso che raccoglie il sangue mestruale senza assorbirlo.

    Viene svuotata e riutilizzata ad ogni ciclo, sterilizzandola in acqua bollente al primo giorno di utilizzo.

    La sua durata minima è di 5-10 anni…

    Ebbene sì, avete capito bene!
    Un risparmio economico e di rifiuti incredibile!

    Nata negli anni ’30 negli Stati Uniti, la prima coppetta mestruale era fatta in lattice ed era molto simile a quelle in vendita oggi ma non ebbe grande seguito a causa della bassa reperibilità del materiale durante le guerre.

    Coppette mestruali: la svolta

    La vera svolta avviene all’inizio del XXI secolo con l’utilizzo del silicone chirurgico anallergico che rende la coppetta di più largo utilizzo.

    Ed è proprio quella che conosciamo in Italia, già dal 2008.

    Se vi state chiedendo quale sia l’opinione dei ginecologi sulla coppetta mestruale e le controindicazioni della coppetta, vi rispondiamo subito che il parere dei ginecologi è positivo, specialmente se comparata agli assorbenti interni.

    Dunque il parere dei ginecologi sulla coppetta è unanime: la coppetta mestruale può essere usata da tutte le donne e non presenta controindicazioni.

    Non sono riportati sindromi da shock tossico relativamente al suo utilizzo, perché è fatta da materiale non assorbente.
    Nemmeno l’insorgenza di endometriosi è stata ritenuta possibile.
    L’uso della coppetta appare ben tollerato anche da chi soffre di secchezza vaginale.
    Se ne sconsiglia comunque l’uso nei sei mesi successivi ad un parto naturale, un aborto, una colposcopia o un intervento chirurgico vaginale.

    I 5 motivi per scegliere le coppette mestruali

    Ancora oggi tante donne sono combattute sull’uso della coppetta.
    Molte sono dubbiose sull’inserimento, altre hanno preconcetti riguardo modi e tempi, altre ancora sono impressionate dal fatto di doverla svuotare ripetutamente venendo così a contatto diretto col proprio sangue.

    C’è anche chi ha paura di perderla dentro il proprio corpo!

    Tutto questo porta spesso a scegliere di rimanere legate ai vecchi metodi con le conseguenze di cui abbiamo già parlato.

    Se siete curiose di scoprire quali sono i motivi principali per iniziare a usare subito la coppetta, ecco 5 semplici ragioni per farlo e vedrete che vi chiederete perché non avete iniziato a usarla prima!

    1. Zero rifiuti: con la coppetta si riducono a zero i rifiuti prodotti dal ciclo mestruale e l’impronta ecologica dell’intero popolo femminile ritrova l’equilibrio da anni negato a causa dei monouso, una grandissima vittoria per tutto il pianeta! 
    2. Risparmio economico: non prendiamoci in giro, sapere di poter risparmiare centinaia di euro l’anno acquistando una sola coppetta che si può riutilizzare fino a 10 anni è una motivazione molto allettante!
    3. Praticità: la coppetta si adatta perfettamente all’anatomia interna del proprio corpo creando un sottovuoto che trattiene dentro il flusso.
      Così si può serenamente andare al mare, fare sport, gareggiare senza pensieri fino a 12 ore consecutive, ovviamente in base all’intensità del tuo flusso mestruale!
      Comprare gli assorbenti all’ultimo minuto e portare quelli di ricambio non sarà più necessario, così come sentirsi a disagio per il traumatico cambio fuori casa o per il rischio di perdite e macchie che saranno solo brutti ricordi.
      La coppetta è molto discreta ed elimina anche il problema degli odori.  
    4. Massima igiene: la coppetta annulla la possibilità di proliferazione batterica perché non vi è ristagno di sangue. Sostituendo gli usa e getta con la coppetta si riduce inoltre la temperatura dovuta allo sfregamento, così come arrossamenti e allergie o infiammazioni.
      Questo perché si posiziona perfettamente all’interno, raccogliendo il sangue prima che esca, senza assorbire le secrezioni interne vaginali, tra le cause principali della Sindrome da Shock Tossico.
    5. Conoscenza di sé: anche se non sarà immediato e nemmeno confortevole all’inizio, (ci vuole un po’ di pratica per prenderci la mano, due cicli circa, dopo si dimentica anche di averla inserita), la coppetta permette di conoscere meglio diversi aspetti del proprio corpo come le condizioni del proprio pavimento pelvico, consentendo di acquisire più confidenza con se stesse.

    Tutti punti importanti, no?

    Le migliori coppette Made in Italy

    Andiamo quindi a vedere in dettaglio le migliori coppette mestruali che abbiamo selezionato per voi ragazze e donne eco-logiche!

    Qui di seguito trovate la selezione delle coppette mestruali che consigliamo.

    Perché Made in Italy?

    Perché in un’ottica ecologica più ampia, scegliendo un prodotto italiano le emissioni date dal trasporto saranno minori e i controlli maggiori, sempre nel rispetto delle norme vigenti nel nostro paese, per rendervi ancora più sicure e consapevoli della vostra scelta.

    Coppette mestruali Lybera

    Coppetta mestruale Lybera

    Lybera è la prima coppetta mestruale prodotta in Italia realizzata in silicone medicale platinico, materiale totalmente anallergico e certificato, adatto anche alle pelli più sensibili. Venduta insieme a un sacchettino in cotone traspirante per riporla dopo l’utilizzo e portarla comodamente con sé Lybera è disponibile in due taglie: prima e dopo i 30 o prima e dopo aver avuto un parto naturale.
    Le colorazioni disponibili sono trasparente e fucsia.

    La coppetta mestruale Lybera viene venduta anche con il pratico kit di pulizia

    Coppetta con kit pulizia

    Coppetta mestruale Eco cup

    coppette mestruali prezzo super

    Eco-cup è realizzata in Italia in tutte le sue componenti e propone due coppette mestruali di diverse dimensioni in silicone anallergico medicale: la misura più piccola è adatta per le giovani donne che non hanno ancora partorito, mentre la taglia più grande si adatta meglio alle donne che hanno avuto un parto vaginale o per coloro che hanno un flusso mestruale abbondante (ipermenorrea).
    Le coppette mestruali presentano un gambo pensato per facilitare la rimozione del raccoglitore e se è troppo lungo rispetto all’anatomia genitale della donna, può essere accorciato con un taglio di forbici.
    Disponibile in due colori: trasparente e blu.

    Coppette Mestruali Mami cup

    coppette mestruali opinioni

    La prima coppetta progettata da una donna per tutte le donne, interamente prodotta in Italia!
    Realizzata in silicone medicale questa coppetta viene creata in camera bianca (qualità garantita assoluta) e certificata CE e FDA : anallergica, adatta anche per le più sensibili e veganOk , questa coppetta è molto igienica in quanto non permette ai batteri di attaccarsi alla sua superficie liscia. Semplifica i giorni del ciclo grazie ad un inserimento comodo e semplice dovuto alla morbidezza del silicone.

    Coppetta Rainbow Cup

    Coppette mestruali made in italy

    È la coppetta italiana più economica: il suo prezzo è attualmente il più basso rispetto alle concorrenti europee e nord americane.
    In silicone medicale anallergico certificato di 1° grado, senza lattice o PVC, additivi o coloranti la rainbow cup è testata per rimanere nel corpo umano per ben 29 giorni in totale sicurezza (non che ne avrai mai bisogno!).
    Disponibile in due taglie e due durezze, viene prodotta in diversi colori e dà la possibilità di acquistarne due a un prezzo conveniente se si hanno dei dubbi su quale scegliere.

    Coppette mestruali Alia cup

    la coppetta mestruale

    Alia Cup è la coppetta igienica in silicone platinico di grado medicale certificato. Grazie al morbido silicone, si adatta perfettamente all’interno del corpo senza lasciar fuoriuscire perdite. 100% made in Italy è un prodotto VeganOk e ipoallergenico. Disponibile in due taglie, M e L ovvero prima e dopo i 30 (le taglie non dipendono dall’abbondanza del flusso) in un’unica colorazione, cioè trasparente.

    Allora cosa ne dite? La scelta è ampia, i costi contenuti e le ragioni tante.

    E come facciamo spesso vi diamo un altro consiglio utile per igienizzare la vostra nuova coppetta mestruale: uno sterilizzatore!

    Sterilizzatore richiudibile MamiCase

    sterilizzatore coppette mestruali

    Per essere ancora più comode consigliamo l’acquisto dello sterilizzatore richiudibile che consente di sterilizzare facilmente la coppetta anche in microonde.

    Speriamo che questo articolo aiuti molte donne a sentirsi più sicure nella scelta di questa soluzione comoda, economica ma soprattutto ecologica.

    Sullo stesso argomento, forse potrebbe interessarti leggere:

    Assorbenti lavabili e alternative ecologiche

    Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo con le tue amiche, sorelle, cugine, colleghe e tutte le donne che conosci!

    Hai dei commenti o delle informazioni da aggiungere?
    Scrivili qui sotto!

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui